20100322

B O A R D S O F C A N A D A. Music Has The Right To Children

Mi ricordo che c'era il sole. Eravamo seduti sulla giostra panoramica. Io non volevo salire, ma tu dicesti che era come una cosa che non volevi che ti mancasse. Non capii. Vedevamo tutto, o almeno io ero convinto che fosse così. Tu sostenevi che non si poteva vedere tutto, che non si può. No, mi facevi, non si può. E non si deve.
Allora pensai che forse avevi ragione e iniziai a capire che non stavo vedendo tutto. Non tuttotutto, ecco. Però vedevo molto, e allora di questo ne ero certo. Ma tu no, mi dicesti che vedevamo poco da lì. Veramente poco. Quasi nulla. Che c'era molto di più. Che quel molto era niente.
Mi avvicinai con la testa e ti baciai. Poi girai lo sguardo verso tutto il resto, e così facesti anche tu un attimo dopo. Era tutto, molto e poco. Ma qualcosa riuscivo a vedere.

Balthazar Smith

2 commenti:

M.XVI ha detto...

Grandissimo album! E come sempre impeccabile recensione!
Anche se aspetto ancora qualcosa sulle teste parlanti..
Biz :)
Agno

BALTHAZAR SMITH ha detto...

arriveranno...! promesso! grazie!
:)